Attacco al Puond : dove può arrivare la sterlina?

Scritto il alle 9:12 da [email protected]

geo-deserted-london-bridge-at-5-a-m-photographer-mario-maindl

Riprendiamo un grafico postato qualche tempo fa (QUI) dove abbiamo evidenziato una serie di cicli sul cambio GBPUSD. Il grafico è un mensile, e sono visibili 5 cicli della durata di 8 anni circa ( mese più mese meno). Il ciclo attuale è partito del minimo post Lehman del 2009 e posiamo considerarlo attualmente in corso. Il primo dei 5 ( 1975-1985 ) è un ciclo fortemente ribassista, il secondo rialzista, il terzo e il quarto sono cicli neutrali ( con un minimo di partenza in linea con quello di chiusura).

USD Mini (-).png_secondo

Cosa accadrà ore al Pound? Potremo rivedere i minimi toccati nel 1985, appena sopra la parità sul dollaro? Ci vorrebbe sempre una sfera di cristallo. In primis il periodo attuale, non può essere paragonato agli anni 80, che hanno la sterlina collassare da 2,50 a a poco più di 1 dollaro. In quegli anni, si passò da un inflazione galoppante, ad una normalizzazione dei tassi, ma era anche il periodo dell’IRA, della guerra delle Falkland e del collasso dell’industria manifatturiera britannica che venne duramente colpita ( la disoccupazione aumento di 4 volte ). Il minimo toccato durante l’attacco speculativo di venerdì scorso, si colloca a 7 anni e 8 mesi dal precedente minimo, quindi in linea con il precedente ciclo, a meno di un mese. Possiamo mettere qualche punto fermo : se il minimo di 1,12 non viene ritoccato entro fine anno, potremo in teoria pensare ad un nuovo ciclo, e se la regola dell’alternanza vista in precedenza viene rispettata, sarebbe un ciclo rialzista o neutrale. Ma prima della ripresa di un ciclo rialzista, potrebbe esserci una ulteriore discesa.

Il Brexit ha portato il pound a rompere un supporto molto importante ( la linea orizzontale verde del grafico in area 1,35 ), lo si vede bene anche nel grafico mensile precedente.

USD Mini (-).pngtarget2

Se proiettiamo l’ultimo massimo di area 1,70 al di sotto del supporto, otteniamo un target price di 1,07, quindi attenzione, agli algoritmi. La speculazione attualmente in atto è non centra con i fondamentali, l’Inghilterra è il paese con la economia più solida in europa dopo la Germania, ma la decisione della Boe di abbassare i tassi, mentre gli Usa sembrano vicini ad alzarli pesa. Sono le banche centrali a guidare i cambi nel breve.

spread

Il grafico sopra è la comparazione tra il Bond 2 anni Usa ( lienea rossa ), il Bond 2 anni britannico (area celeste) e il cross GBPUSD (linea blu). Lo spread tra i biennali, è storicamente ben correlato all’andamento dell cross. Da fine 2014, in vista del tapering americano, lo spread a iniziato a virare nella direzione del dollaro, ed è partito il trend ribassista della sterlina. La situazione attuale è al limite, e a mio avviso il pound è svenduto eccessivamente. Attendi a questo spread allora, perché la speculazione ribassista sta portando ad una de-correlazione, che prima o poi deve rientrare.

.

.

banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta