La Boj pronta a sparare le ultime cartucce

Scritto il alle 9:22 da [email protected]

boj-yen-and-Haruhiko-Kuroda-caricature

La scorsa settimana abbiamo assistito ad una fortissima accellerazione della borsa di Tokjo, culminata con la mega svendita di Yen nella giornata di venerdì. Sempre nella giornata di venerdì l’indice Pmi manifatturiero giapponese, ha toccato quota 48, minimo dal febbraio 2013, confermando una situazione di difficoltà del Giappone che non riesce ad intraprendere un sentiero di crescita costante. Eppure parliamo dell’economia più drogata di liquidità del pianeta. Fotografia di un mondo che funziona al contrario, quello della finanza : l’uscita del dato ha scatenato le vendite sullo Yen, ma il motivo non è la debolezza dell’economia, bensì sempre le solite aspettative sull’intervento dei banchieri centrali.

Banca del Gippone : gli acquisti di Etf - Bloomberg

La BOJ è il maggiore possessore di Etf

La Banca del Giappone ha avuto un impatto fortissimo sul Nikkei in quanto interviene direttamente sul mercato azionario comprando ETF. E il governatore Kuroda ha già annunciato che questi acquisti verranno incrementati ad aprile, e l’idea che si sta facendo il mercato è che verranno raddoppiati secondo quanto riporta ZeroHedge citando Goldman.

La Boj è già diventata secondo Bloomberg, il maggior acquirente (attraverso ETF) di Blue Chip giapponesi. E già in passato ha incrementato il volume di acquisti. Il mercato sta scontando che questi interventi vengano già annunciati nella prossima riunione del 27-28 aprile. Ma non solo : si ci aspetta un ulteriore taglio del tasso di deposito fino a -0.30 bps, e il lancio di strumenti volti a facilitare l’erogazione delle credito in stile TLTROII della Bce.

Un bazooka in stile giapponese insomma, ma cosa succede se queste misure non vengono annunciate già da questa settimana? Lo Yen, nella giornata di apertura della settimana, ha ritracciato nuovamente.

jpy

Facciamo un passo indietro al 29 gennaio, data in cui furono portati i tassi in negativo: la reazione dello yen si è esaurita subito, e da allora si è deprezzato del 10% nei confronti del dollaro Usa. E si sa’ il Nikkei segue lo Yen…

Si continua su questa strada pericolosa che ha come obbiettivo perseverare in una politica che ha dimostrato di avere effetti molto dubbi sull’economia reale, con effetti profondamente distorsivi sui mercati. Ma fin dove si può arrivare? E’ possibile che una Banca Centrale diventi il maggiore azionista del proprio mercato?

.

banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta