Piazza Affari : arrivano i dividendi

Scritto il alle 9:46 da gianpierobn@finanza

Kak-poly4it-dividendi-2

I ribassi di questo inizio 2016 stanno facendo lievitare la redditività di alcuni titoli di piazza affari che distribuirà oltre 16 miliardi di dividendi nelle prossime settimane.

In un periodo di forte volatilità del mercato, la scelta di un portafoglio ad alta redditività dei dividendi può essere un opzione valida. In realtà, è una scelta storicamente quasi sempre valida. Oggi lo è ancora di più visto che a causa della distorsione esercitata dalla Bce sul mercato obbligazionario, comprare un titolo di stato comporta quasi sicuramente una perdita.
La crescita dei dividendi è alla base di uno dei più famosi e utilizzati modelli teorici di valutazione aziendale ( modello di Gordon-Shapiro). Negli ultimi anni i rendimenti delle diverse classi di attivo si sono ridotti, a cominciare dall’obbligazionario a causa delle politiche monetarie espansive, ed è sempre più difficile conseguire una crescita sostenuta senza aumentare il rischio del portafoglio.

Da qui a luglio oltre 120 società quotate a piazza affari pagheranno il dividendo, la maggior parte di queste, hanno una performance molto negativa dall’inizio dell’anno, nonostante i buoni fondamentali. Nella tabella seguente ho inserito le azioni che staccano il dividendo nel mese di aprile.

dividendi

Un Dividend Yield elevato è una delle 7 regole d’oro utilizzate per la scelta dei titoli azionari dal leggendario investitore Benjamin Graham, considerato il padre del value investing e maestro di Warren Buffet.

Quando un titolo stacca il dividendo, il prezzo viene decurtato del dividendo pagato, per cui il giorno in cui si incassa la cedola, la si perde automaticamente in termini di valore del titolo in portafoglio, ma se il titolo ha buoni fondamentali, la situazione tende a rientrare anche nel giro di poche sedute, e considerando l’andamento nefasto di questo 2016, e il livello molto basso del nostro Ftse, allora si può sperare di realizzare un consistetnte total return in caso di ritorno vicino alla parità.

Ecco perché in tabella, oltre al dividend yield ho inserito il valore del Price Earnig, del Price Book Value e il Roe. Le società tendono a fissare una determinata remunerazione degli azionisti, e cercano di mantenere un pay out ratio costante nel tempo, ma perché questo sia compatibile con una crescita “sana”, deve accompagnarsi a Roe elevati, altrimenti si rischia distruggere valore, pur di tenere alti i dividendi. Pertanto i valori del Dividend Yield, del Price earning e del Price Book Value, vanno letti in funzione del Roe. Alti valore del P/E devono accompagnarsi ad alti valori del Roe e lo stesso vale per il Price Book Value.

roepe

Un grafico come questo può aiutarci : mettiamo in relazione il Roe e il P/E dei titoli in tabella.

Semplificando, secondo questo approccio, le aziende che si troveranno nella parte superiore sinistra (alto Roe ; basso P/E ), sono da preferire alle aziende che occupano il quadrante inferiore destro ( basso Roe; alto P/E ).

Abbiamo semplificato al massimo, perché questo tipo di screening andrebbe fatto considerando aziende dello stesso settore, oppure considerano un campione di titoli molto più elevato o anche tutto il mercato, ma nella sua semplicità si tratta di un approccio valido e di utilizzo immediato.

 
banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Piazza Affari : arrivano i dividendi, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

SCOPRICI!
banner-col-dx-IM
I Nostri Portafogli
IM-alpha-beta-gamma IM-desr-sigma-delta IM-omega-betrade
Last network news
In questo 3° articolo didattico parliamo di fair
Su tutti i sottostanti, a due giorni dalle scadenz
Iniziamo subito la giornata con una buona noti
Di incertezze sui mercati ce ne sono tante, e