Bravo Mario così si fa….

Scritto il alle 9:32 da [email protected]

graguzzo

Ma davvero pensavate che uno del calibro di Mario Draghi non sapesse che con le sue parole avrebbe deluso profondamente i mercati?

Io dico che lo sapeva eccome, e magari ha anche voluto dare ai mercati una bella lezione del tipo “non sono come certi banchieri centrali…” , per intenderci quelli della carota e del bastone. E lo ammetto, sono uno di quelli che oggi è rimasto molto sorpreso di quel che “non ha fatto” Draghi.

Però già ieri parlandone con un collega, qualche dubbio mi era venuto e riflettevo sul fatto che probabilmente Draghi ha già fatto tutto o quasi quello che poteva, in un contesto già profondamente distorto.

Perché? lo vediamo.

Eur/Usd e Bond tedeschi a 2 anni - Daily

Eur/Usd e Bond tedeschi a 2 anni – Daily

Cosa voleva il mercato?

Moneta, solo altra moneta. Avevamo già accennato alle quattro possibili mosse che aveva a disposizione la Bce (leggi qui ). 

E tre di queste sono state messe in atto, mentre l’unica che il mercato ardentemente desiderava, no : aumentare il quantitativo mensile di acquisti. Leggendo in rete ho letto alcuni analisti che si aspettavano addirittura un aumento di 30 miliardi al mese, pari al 50%.

Ma facciamo un ragionamento al contrario e immaginiamo che oggi Draghi avesse aumentato anche l’ammontare di acquisti. Cosa sarebbe successo?

Avrebbe completamente azzerato la curva dei tassi di mezza Europa, portando probabilmente i rendimenti in Germania in negativo su tutte le scadenze fino a 10 anni. Ricordiamoci che la Bce non può acquistare titoli con un rendimento più basso di quello del tasso sui depositi. E avendo portato questo tasso a -0,30% avrebbe dovuto spostarsi sempre più in là sulla curva. Ieri il settennale tedesco era positivo per 5 millesimi, quindi se avesse aumentato anche il QE, avrebbe di fatto aumentato la distorsione sul mercato obbligazionario andando ad agire su una situazione che è già paradossale. Vi sembra normale che un titolo con una duration di 7 o 10 anni possa avere un rendimento negativo?

Usa 10y vs Bund

Usa 10y vs Bund

Guardate lo spread tra i decennali Usa e Germania. In una situazione del genere incrementare ulteriormente gli acquisti avrebbe ulteriormente gonfiato una bolla obbligazionaria già fuori controllo. Un curva dei tassi ulteriormente compressa e per un periodo così lungo avrebbe di fatto polverizzato l’Euro che avrebbe potuto raggiungere la parità gia entro il fine settimana. Senza contare gli altri effetti collaterali che abbiamo accennato nel precedente post.

Quindi addio alla parità? Solo per ora forse…oggi intanto il Bund è crollato.

Ora bisognerà capire come verrà allargato tecnicamente il quantitative easing. L’ammontare degli acquisti è rimasto intatto ma è stata allargata la lista di titoli che la Bce comprerà includendo titoli emessi dalle autorità regionali e locali. Bisognerà capire in che misura questo avverrà, perché di fatto gli acquisti di bond si riducono. E questo potrebbe comportare una prima normalizzazione della curva dei tassi profondamente distorta dal QE fino a questo momento.

Certo gli spread sono ancora molto elevati rispetto ad una situazione di normalità, e bisognerà monitorare l’andamento della curva dei tassi per capire dova potrà andare il cambio euro – dollaro.

Intanto forse oggi Draghi ha reso meno difficoltoso il lavoro della  sua collega d’oltre Oceano….

 

 

 

banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
Bravo Mario così si fa...., 10.0 out of 10 based on 3 ratings
Nessun commento Commenta