EurUsd : manipolato e sottovalutato…ma fino a quando?

Scritto il alle 8:19 da [email protected]

mille-lire

La peggiore performance 2017 tra le valute “major” è quella della lira Turca, che risente principalmente di problemi politici : attacchi terroristici, falliti colpi di Stato, un presidente discutibile e orientato ad allargare sempre più il suo potere, incertezze economiche e politica monetaria sulla difensiva.

20170114_FNC570Secondo il Big Mac index ( click su immagine per ingrandire ) però, la lira Turca è sottovalutata di quasi il 50% nei confronti del dollaro. L’indice dei paninari è un modo per comparare le diverse valute basandosi sulla parità dei poteri di acquisto.

Nel lungo periodo, al netto delle imposte locali, i tassi di cambio dovrebbero convergere verso un quel livello che eguaglia il potere di acquisto delle due valute. L’indice del Big Mac viene considerato dall’Economist un buon indice predittivo, per via del fatto il panino della Mc Donald, che “avrebbe” caratteristiche di comparabilità uniche, essendo uguale ovunque venga venduto, in termini di fattori produttivi e qualitativi. E dato che viene venduto in tutto il mondo, dovrebbe essere un buon indice della sovra/sotto valutazione delle valute rispetto al dollaro.

La prendiamo con il beneficio del dubbio, perché ad esempio, è piuttosto normale che un Big Mac costi molto meno in un paese dove il costo del lavoro è molto inferiore, e come dimostra l’esempio della Turchia, i prezzi relativi dei beni, non sono un fattore decisivo nei tassi di cambio. Al contrario diventa interessante un confronto all’interno della zona Ue ad esempio. Comunque trovate tutto (qui).

Secondo la Burger-economy, l’Euro è sottovalutato di almeno il 20% rispetto al dollaro. E su questo forse non ha tutti i torti. Anche a Gennaio 2016 ( l’indice viene calcolato due volte l’anno), l’Euro era svalutato della stessa percentuale, mentre se andiamo più indietro a Gennaio 2014, quando il cambio era 1,36, il Big Mac Index diceva che era corretto a meno di un 2%.

Che cosa è successo poi? Dapprima ci sono stati i programmi LTRO, e poi è arrivato il QE che ha completamente ribaltato la curva dei rendimenti delle obbligazioni governative.

E come abbiamo già visto altre volte, la relazione tra l’Eur/Usd è il bond tedesco a 2 anni (Ger 2y) è fondamentale per comprendere i movimenti di breve termine della moneta unica:

bondeur

Il bond a 2 anni ha toccato un nuovo minimo qualche giorno fà con un rendimento che ha sfiorato il -1%, mentre il Bund è collassato sui rumors di “im-possibili ” tapering anticipati.

La relazione la possiamo vedere anche in questo modo, in termini di regressione lineare :

bondger

Questa relazione ci dice che il 63% della variabilità dell’eur/usd può essere spiegata con i movimenti del tratto breve della curva tedesca, che è quella più influenzata dalla politica monetaria della BCE.

Ma la possiamo vedere anche in un altro modo: questo grafico mostra le variazioni dell’eurodollaro quando aumento la variabilità del Ger Bond 2y.

picchi

Quindi l’Eur/Usd di quanto è sottovalutato? Un tasso di cambio non distorto potrebbe essere intorno all’ 1,20-1,22. E a questo valore potrebbe tendere l’euro, quando i rendimenti dei bond dell’Eurozona torneranno “normali”, e deve accadere per forza..

Questa è un ipotesi, abbastanza contrarian rispetto al consensus, dell’andamento dell’EuroDollaro per fine 2017.

forecasts

Oggi il Bond Tedesco a 2 anni ha un rendimento nominale negativo prossimo all’1%, mentre l’inflazione tedesca a febbraio è balzata a+2,2 dopo il +1,9 del mese precedente, e sta decisamente impennando.

Quindi il compito di Mario Draghi di mantenere il QE inalterato da aprile a dicembre almeno, potrebbe diventare più difficile, ora che le aspettative di inflazione nell’Eurozona a medio/lungo termine si stiano approssimando all’ obiettivo dell’Eurotower. E’ vero che questa fiammata è dovuta quasi esclusivamente all’ effetto materie prime e petrolio (ai massimi da 18 mesi), mentre l’inflazione Core, è molto più bassa intorno all’1%.

Ma la questione è che quando compri un bond a 2 anni, sia che l’inflazione la misuri “core” oppure “all items”, stai incorrendo in una perdita certa di quasi 3%. E quando a comprare non sarà più la BCE, questo dovrà per forza riflettersi nei prezzi e nei rendimenti.

Il rialzo dei tassi della Fed è scontato già nei prezzi spot, mentre la fine del QE non lo è affatto, nella misura in cui la curva obbligazionaria è ancora palesemente distorta. Se questa visione è corretta, i minimi dell’Eur/Usd non verranno ritoccati, e un ritorno in quell’area ad Aprile-Maggio 2017 potrebbe essere il nuovo e ultimo minimo dell’Euro Dollaro…

.

.
banner-long-IM


Utenti connessi

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
EurUsd : manipolato e sottovalutato...ma fino a quando?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

SCOPRICI!
banner-col-dx-IM
I Nostri Portafogli
IM-alpha-beta-gamma IM-desr-sigma-delta IM-omega-betrade
Last network news
Mentre vi bevete le camomille che Padoan e il
Il mondo della finanza si è spaccato in due.
Prima di cominciare un piccolo aggiornamento. La n
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup A