Cerca nel Blog

La Terza Bolla : qualche anno prima….febbraio 2017.

zombiescenario

La borsa Usa è nella fase definita da Robert Shiller di “Esuberanza Irrazionale”, titolo del libro, che poi gli è valso il premio Nobel per l’economia.

Si va avanti senza pause in una situazione tecnica di assenza di segnali operativi. L’analisi tecnica diventa poco utile perché il mercato vive in una situazione di perenne iper -comprato, senza la minima correzione. I dati macro negativi (PIL) impattano ben poco, quelli positivi (ISM, Inflazione, Pmi, Lavoro) spingono al rialzo. La variabile tassi, driver della speculazione pre – Trump, non esiste più.

trumpidiot

Donald Trump si vanta di aver dato la spinta al mercato che sgretola record su record, ignorante del fatto che il mercato azionario, cosi facendo, andrà automaticamente in crash, perché l’ottimismo genera incoscienza e si finisce per bruciare i soldi.

E’ solo questione di tempo, di quanto si diventerà grande la bolla questa volta, e di quante altre borse si trascinerà dietro, prima di scoppiare.

Siamo chiari : il momento non è dietro l’angolo, non è vicino, e prima che si ci arrivi si potranno fare affari, a spese di chi verrà dopo. Ora siamo nella fase del ciclo in cui qualunque notizia viene spacciata per buona, e diventa occasione di acquisto.

bubblemodel

La simulazione è semplice (qui) e (qui) : si applica al mercato attuale, il tasso di crescita della bolla di internet. E’ una simulazione estrema, ma la cosa bella è che il mercato sta facendo anche di più : oggi è già su livelli molto superiori a quelli stimati per marzo. La bolla sta entrando nella sua fase illusoria/irrazionale : comprare comprare comprare sempre. E poiché oggi ci sono gli algoritmi, tutto diventa più veloce.

Wall Street sta letteralmente impazzendo di fronte alla prospettiva di consistenti tagli fiscali promessi da Trump. Si punta su un consistente taglio di imposte sulle società. Un altro motivo per accumulare nel mercato azionario, mentre tutto quanto c’è di negativo viene ignorato o minimizzato.

Gli investitori sono semplicemente indifferenti al fatto che Trump potrebbe innescare una nuova guerra commerciale globale o dare il colpo definitivo al disastro ambientale planetario. Robert Shiller ha fornito la migliore spiegazione per questo tipo di comportamento :

Nella seconda edizione del mio libro Irrational Exuberance, ho cercato di dare una definizione migliore. Una «bolla speculativa», scrivevo, è «una situazione in cui la notizia di un incremento di prezzo stimola l’entusiasmo degli investitori, che si diffonde per contagio psicologico di persona in persona, ingigantendo storie capaci di giustificare l’incremento di prezzo». Tutto questo attira «un ventaglio sempre più ampio di investitori che pur nutrendo dubbi sul valore reale dell’investimento ci si lanciano ugualmente, in parte per invidia del successo di altri e in parte per il brivido dell’azzardo». È questo il significato essenziale della parola «bolla» nella sua accezione più comune. Implicito in questa definizione è il motivo per cui è tanto difficile, per gli investitori più accorti, realizzare profitti puntando contro le bolle: il contagio psicologico favorisce un atteggiamento mentale che giustifica gli incrementi di prezzo, tanto che partecipare alla bolla può quasi essere definito un atto razionale. Ma non è razionale.(estratto da Keynesblog)

I mercati possono permanere in questo stato a lungo prima di rendere il sistema insolvente. Un gestore di fondi potrebbe pensare che le azioni sono sopravalutate, ma se tutti gli altri stanno comprando, la tentazione è quella di fare altrettanto. E gli algoritmi di certo non si mettono contro la stupidità, ma al contrario l’assecondano.

Per questo la terza bolla rischia di essere come la terza guerra mondiale di Einstein: tabula rasa. Tradizionalmente, uno dei migliori parametri di valutazione per vedere se azioni sono sopravvalutate o sottovalutate è stato rapporto prezzo-utili corretto per il ciclo costruito dall’economista Robert Shiller (e lo riproporremo ogni mese). Oggi il P/E di Shiller è sopra i 29 volte gli utili e solo due volte stato più elevato: nel 1929 in vista del crollo di Wall Street, e negli ultimi mesi frenetici della bolla delle dot.com di fine millennio.

shillerlast

Come già spiegato, ora il mercato può diventare ancora più esuberante. E si dirà che le metriche di Shiller non sono applicabili alle condizioni di mercato di oggi.

Sentirete di nuovo le parole “E ‘diverso questa volta”. E’ sostenibile è solido come una roccia. E’ vero….per il momento.

Wall Street è sostenuta da tassi di interesse reali negativi e la prospettiva di tagli fiscali a venire. Ciò significa che ogni massimo del mercato azionario continuerà a essere rotto al rialzo nel corso dei prossimi mesi. Fino a quando arriverà il momento in cui si dovranno fare i conti con i deficit di bilancio e l’aumento dei tassi reali, e le conseguenze nefaste del protezionismo.

La gente pensa a Trump (il ricco imprenditore dei debiti) come il cavaliere che si batte contro la globalizzazione? Sbronzatevi oggi e dormite domani….vi sveglierà un grande rombo di tuono….e si questa volta si…sarà diverso….

.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.8/10 (4 votes cast)
La Terza Bolla : qualche anno prima....febbraio 2017., 8.8 out of 10 based on 4 ratings
5 commenti Commenta
max cohen
Scritto il 1 marzo 2017 at 13:45

e della scadenza del debt ceiling del 15 marzo cosa ne pensi?
http://www.usdebtclock.org/
http://www.zerohedge.com/news/2017-02-26/stockman-after-march-15-everything-will-grind-halt

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gianpierobn
Scritto il 1 marzo 2017 at 14:31

mi ricorda il “fiscal cliff”…e torna in scena ogni anno. non sarà un problema cancellarlo se serve per il nostro The Donald. Prima era la Fed oggi il mercato è a immagine e somiglianza di Trump. Vedi anche quello sta accadendo oggi. a nessuno importa nulla…il mercato Usa è decisamente fuori…il superamento dei 21 proietterà a 22 e cosi via fino al’insostenibile..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

max cohen
Scritto il 1 marzo 2017 at 23:00

eh … è proprio l’insostenibile che mi preoccupa

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

max cohen
Scritto il 1 marzo 2017 at 23:08

https://mises.org/library/surprisingly-strong-economy-atlanta-gdp-forecast-dives
non interesserà a nessuno ovviamente .. va tutto bene

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gianpierobn
Scritto il 2 marzo 2017 at 7:38

già il Pil 4 trimestre, il più basso dal 2011 avrebbe dovuto preoccupare, ma guarda dove siamo oggi. va bene per chi fa i soldi, poi si tornerà più indietro di prima. negli ultimi 20 anni abbiamo avuto, bolla immobiliare, bolla azionaria, bolla del petrolio, bolla del rame, bolla dell’oro, bolla obbligazionaria…il mercato ha bisogno di questo. Poi c’è il discorso del trading ad alta frequenza, che opera nel nanosecondo, non fanno analisi macro di lungo periodo,..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

SCOPRICI!
banner-col-dx-IM
I Nostri Portafogli
IM-alpha-beta-gamma IM-desr-sigma-delta IM-omega-betrade
Commenti recenti
  • [email protected] su Borsa Italiana : ancora margini di salita?
  • max [email protected] su Borsa Italiana : ancora margini di salita?
  • [email protected] su L’Europa lo chiede e l’Italia obbedisce : ecco come finirà….
  • [email protected] su L’Europa lo chiede e l’Italia obbedisce : ecco come finirà….
  • [email protected] su Unicredit e il piano industriale…ce la farà o non ce la farà?
Last network news
Il bilancio FED dovrebbe cominciare ad invertire
Fino a qualche mese fa, "quasi" tutti davano l'E
Analisi Tecnica Sempre li ... e solo li .... in t