Post Trump Dow Jones : 20000 punti e Goldman vola….perché?

Scritto il alle 8:55 da [email protected]

lehman-brothers-rip

Immagina di esserti addormentato nel 2010 e di esserti svegliato ieri. Ti sentiresti come l’uomo di Neanderthal. Sconvolgimenti politici globali di cui non importa niente a nessuno, clima impazzito e siccità, flussi di migranti incontrollabili, banchieri centrali che sfilano come modelli, guerre valutarie globali, investitori che prestano soldi ai loro governi e devono anche pagarli, un presidente USA che minaccia la Toyota con le bombe atomiche, se non costruisce la Corolla sul territorio degli Stati Uniti, Ministri dell’istruzione con la terza media, 10 ragazzi che si preparano per essere spediti su Marte per il Grande Fratello Space Release, e livelli di debito pari a tre volte il Pil mondiale.

Prima di addormentarti avevi investito tutti i tuoi soldi in azioni USA, e ora penserai di essere sul lastrico. Invece hai raddoppiato i tuoi soldi! Ti sei svegliato in un inferno peggio di 7 anni fa, ma sei ricco! Il Dow Jones ha accarezzato quota 20.000 punti, e il Nasdaq100 ha bucato i 5000.

Ma come ci è arrivato? Ecco l’andamento delle 5 migliori azioni del 2016 sul Dow : Caterpillar (+42%), UnitedHealth (+38%), Chevron (+36,77%), Goldman Sachs (+35%), e JPMorgan Chase (34,40)%.

bestofdow

Cemento, chimica, petrolio e finanza. Interessante il fatto che i due big della finanza (Goldman Sachs-GS e JP Morgan-JPM) hanno costantemente sottoperformato l’indice di riferimento per tutto l’anno (anche -20% GS), fino a quando il popolo americano ha scelto The Donald. In due mesi hanno tirato su il 30%. Allora, che cosa potrebbe significare la presidenza Trump per Wall Street?

Potrebbe significare lo smantellamento delle garanzie messe in atto da quando è scoppiata la crisi finanziaria nel 2007? Potrebbe quindi significare “meno stress test alla BCE” per esempio, meno vincoli, meno regole per il settore bancario, più dividendi e quindi Buy! L’amministrazione Obama aveva varato il Dodd Frank Act (qui una sintesi), con lo specifico scopo di tentare di prevenire le bolle.

dodd-frank-scheda

Il Presidente Trump, sta portando su l’aspettativa sui tassi di interesse, è vero, ma questo potrebbe significare esporre ogni americano a rischi maggiori. Per non parlare delle minacce ai colossi dell’industria automobilistica, che dubito staranno a guardare mentre si minacciano dazi e nuove tasse, che porterebbero solo effetti negativi agli americani. Il nostro investitore del neozoico troverà familiare questo grafico : il rapporto tra prezzi e  margine operativo. Dopo il MOL ci sono gli ammortamenti ( investimenti ), e gli interessi ( tassi in rialzo ). Il livello attuale è quello della bolla di internet, ma tra un anno potrebbe essere anche oltre. E ancora più su’ andrà il rapporto con gli EPS.

Schermata-2017-01-05-alle-09.20.46-650x340

Il nostro modello bolla (qui)  stima un S&P a 2293 punti a fine gennaio e il P/E Shiller a 28,53.  La corsa inarrestabile del Dow Jones e degli altri indici americani, è tutta basata sulle aspettative della Trump-economics-bubble.

Ma se gli effetti fossero completamente diversi da quelli attesi? Trump vuole emulare Reagan, ma nell’82 i multipli di borsa erano bassi, oggi partiamo da 28,14 volte gli utili, che in termini di percentili è tra il  6% dei valori più alti della storia. Il debito pubblico nel 82 era al 31% del Pil oggi si parte da 105%. Trump vuole strappare il NAFTA ( anno 93) e riportare posti di lavoro in patria a suon di minacce, ma gran parte di quei posti di lavoro, oggi sono Robot. Trump ha detto che attaccherà il deficit commerciale…ma con chi vuole competere? Con la Germania? Con la Cina? Ma io ho qualche dubbio…

Fino ad qualche mese fa, molti pensavano (me compreso), che la borsa Usa fosse già in Bolla….ma non è così, siamo solo a meta strada.

.
.
banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Post Trump Dow Jones : 20000 punti e Goldman vola....perché?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
2 commenti Commenta
draziz
Scritto il 9 gennaio 2017 at 15:11

Mi pare più “Ai Confini della Realtà”…con qualche punta di “The Truman Show”…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gianpierobn
Scritto il 9 gennaio 2017 at 18:04

…a me “Non ci resta che piangere..”…quando Massimo Troisi voleva fermare Cristoforo Colombo per non “far scoprire l’America”…hahaha…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

SCOPRICI!
banner-col-dx-IM
I Nostri Portafogli
IM-alpha-beta-gamma IM-desr-sigma-delta IM-omega-betrade
Last network news
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup A
Mentre vi bevete le camomille che Padoan e il