Previsioni 2017 : iniziamo dall’S&P500…

Scritto il alle 8:23 da gianpierobn@finanza

uomo-che-guardaCome ogni anno, decine di analisti intervistati dal CNBC ( e altri) hanno dato i numeri, provando ad indovinare a quanto chiuderà l’S&P500 a fine 2017. Se andiamo a vedere i target degli stessi analisti per lo scorso anno, molti hanno fatto centro, alcuni hanno clamorosamente peccato di ottimismo, ma in media le previsioni sono risultate correte, valore medio 2227.

2016-year-end-targets-final

Nella tabella (postata da Zerohedge ), vedete le previsioni egli ultimi due anni, mentre l’ultima riga in basso in grassetto riporta la chiusura effettiva. Vedete come gli stessi analisti che hanno praticamente centrato la previsione 2016 ( David Bianco, Jhon Praveen e Sam Stovall) , avevano però molto sovrastimato il risultato dell’anno 2015. Il 2015 è stato sovrastimato praticamente da tutti, ad eccezione del primo della lista (Alain Bokobza di Societe Generale ).

Diamo uno sguardo a questo punto alle previsioni degli stessi analisti anche per l’anno appena iniziato:

2017-year-end-targets-112017

La media delle previsioni è 2368, un modesto più 5% rispetto alla chiusura record del 2016.

A questo punto mettiamoci anche le previsioni di Investimentomigliore, giusto per sparare anche noi qualche numero, senza troppe pretese di azzeccarci. In effetti qualche numero avevamo già provato a darlo qui  e qui , centrando in pieno il target, anche se mancava solo un mese alla fine dell’anno, quindi è solo fortuna.

US 500 Cash (50 Mini) (-)

Nel grafico abbiamo target price e valutazione dell’S&P500 : 2415 a fine 2016 e 2594 a fine 2018, con lo Shiller P/E che continuerà a salire ma non in maniera eccessiva e toccherà i 29,54 volte gli utili nel dicembre 2016, superando di poco i 30 a fine 2018, merito una moderata ripresa degli utili societari. L’ipotesi di fondo è che il trend resterà lo stesso dei precedenti anni, e il mercato continuerà a salire stimolato dalla politica fiscale che si sostituirà alla politica monetaria esercitando il medesimo effetto rialzista se non maggiore. Non ci saranno shock, il rialzo dei prezzi del petrolio ( che potrebbe tornare sui 70 dollari a barile ) sosterranno l’inflazione anche in Europa, e l’inflazione fa bene ai mercati.

Vediamo un grafico diverso, ma la storia non cambia :

US 500 Cash (50 Mini) 3(-)

L’S&P si è mosso per tutto il 2015 all’interno di un trading range molto ampio, dovuto alle forti correzioni di agosto 2015 e inizio 2016. Il breakout della parte alta del rettangolo ha come target rialzista 2460 punti.

Abbiamo dato i numeri, ma li abbiamo tirati fuori dall’analisi tecnica, che è il migliore strumento che abbiamo a disposizione in un mercato completamente scollegato dalla realtà e sempre più legato alla speculazione e al trading algoritmico.

In questo 2016 abbiamo visto i mercati festeggiare l’uscita di una nazione importante dall’Unione Europea, abbiamo visto festeggiare l’elezione di un Presidente Usa dalle idee discutibili, e infine abbiamo visto il mercato Italiano guadagnare quasi il 10% dopo un risultato referendario molto pesante. Personalmente mi sarei aspettato una correzione abbastanza netta dell’equity già nella prima seduta dell’anno e invece sembra proprio che i mercati vogliano continuare a salire. Ma non è detto che la correzione non arrivi nella seconda metà della settimana…una terza simulazione dice che a Gennaio l’S&P correggerà fino a 2210 (-1,51%) e che la correzione continuerà a Febbraio fino a 2180 circa…ma nel caso sarebbero solo piccole correzioni tecniche.

Seguiamo l’evoluzione…

.

.
banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta