Dear Central bankers : Please, Dont Help Anymore!!!

Scritto il alle 8:47 da [email protected]

rick santelli

Se vi venisse in mente di prendere una laurea in mercati finanziari, o un master o un diploma di alta formazione in finanza, avrete a che fare con pile di libri e manuali, numeri, teorie, formule, equazioni, e diavolerie che vi faranno venire il mal di testa cronico. Se invece vi trovate a parlare con un Trader professionista, vi dirà di lasciar perdere tutto e guardare solo il grafico, perché il grafico incorpora tutte le informazioni che in quel momento il mercato sta prezzando. Chi ha ragione? La verità sta nel mezzo.

Tradotto significa che il mercato non può essere compreso pienamente, ma nella migliore delle ipotesi, si riesce a seguirlo… Il motivo è che la la speculazione,  l’anima del mercato, e può rendere tutto molto poco razionale. Per non parlare della presenza massiccia del trading ad alta frequenza…

daa6c5cad38387e3e28313252ea5211d

La speculazione feroce di Wall Street, ha fatto passare Deutsche Bank, da -9% a +6%, perché qualche vocina è circolata circa un possibile sconto (-60%) sulla multa di 14 miliardi, inflittagli come ritorsione per la vicenda Apple. Risultato : la borsa Usa si è infiammata mentre il mondo crollava, tirandosi dietro gli investitori europei che sono più accorti, e il risultato è che lunedì si ripartirà da una situazione ancora più instabile e incerta.

Il trend rialzista sul mercato Usa, non è affatto il più lungo della storia, anzi. (ne abbiamo parlato qui) Ci sono state fasi rialziste ultra – decennali. E’ vero che questa fase è stata profondamente caratterizzata dalla mano pesante delle banche centrali, e quindi razionalmente, ora che la Fed sta tirando i remi in barca, ci si potrebbe aspettare una qualche correzione marcata. Ma non sottovalutiamo l’avidità, come dice Gordon Gekko, l’avidità è legge, e la Fed non ha finito le munizioni.

Per rappresentare l’attuale fase toro dell’S&P500, possiamo usare una retta di regressione lineare, che parte dai minimi della crisi post Lheman, a Marzo 2009.

US 500 Cash (50 Mini) (-)

La tendenza di fondo del mercato è la trend line arancio: circa 10% di crescita tendenziale annua. Nella parte inferiore del grafico, l’indicatore Scarto misura la variazione % dal trend. In questi anni, ogni correzione del 10% o più ( quasi una rarità ) sarebbe stata una imperdibile occasione di acquisto, col senno di poi.

Oggi sebbene l’S&P sia a solo l’1% sotto il massimo storico, la fase attuale è la continuazione di un movimento laterale iniziato circa un anno e mezzo fa dopo i precedenti massimi 2015 ( area cerchiata destra). Una fase molto simile a questa l’abbiamo osservata nel 2011, è durata un anno e 8 mesi, prima di riprendere il trend rialzista ( area cerchiata sinistra ). Domanda semplice : cosa faresti se il mercato ora scendesse del 12%? Io comprerei. Perché statisticamente, sarebbe un occasione ghiotta di rientrare in un trend rialzista. E se poi il mercato sta andando verso una bolla gigantesca, o sottovaluta i rischi Deutsche Bank, Brexit, Grexit o altro, questo non è il momento di chiederselo, perché come abbiamo detto in un recente post, questa non è ancora una bolla. Allora, se l’analisi tecnica ci dice che lo scenario più probabile è la continuazione del trend, ecco la possibile proiezione futura dell’S&P500 :

trendfuturo S&P

semplice, continuare a salire oscillando intorno alla tendenza ( linea tratteggiata arancio). E’ inverosimile? E’ possibile che si possa continuare a crescere allo stesso ritmo degli ultimi anni? Con il sostegno di tutte le anche centrali del mondo, e in assenza di shock come un fallimento importante, si può. Perché lo scenario cambi, dobbiamo avere un minimo inferiore al minimo di febbraio 2016, sotto 1.810, e poi una serie di massimi e minimi decrescenti. Oggi quel livello sembra lontano anni luce, anche se il mercato quando va giù lo fa in modo veloce e improvviso.  Terza possibilità, continuare nella lateralizzazione attuale, ancora per un pò. Janet & CO. lo permetteranno?

Per chi si stesse chiedendo cosa centra l’immagine di apertura dell’articolo, guardatevi questo post su Zero Hedge (qui) con annessa sfuriata sulla CNBC…sull’idea di Janet di comprare azioni…

.
.
banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Dear Central bankers : Please, Dont Help Anymore!!!, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta