Cerca nel Blog

Oggi Draghi, dopo la Fed e poi di nuovo la realtà….

Scritto il alle 10:00 da gianpierobn@finanza

 

Deflation_cartoon_01.21.2015_large

Dopo il tonfo di inizio anno, i mercati si sono ripresi e molti di quei titoli che avevano guidato i ribassi, hanno recuperato anche il 20-25%, in Italia i bancari ma anche FCA ad esempio..

La propensione al rischio è decisamente migliorata, portando una stabilizzazione sui mercati globali. Che cosa è successo? E’ successo che è tornata un minimo di calma sui fattori che avevano determinato le forti vendite : vale a dire il prezzo del petrolio, e i credit spread in primo luogo.

ll prezzo del petrolio è il primo fattore chiave della ritrovata forza dei mercati azionari, gli shortisti sono stati spiazzati da un congelamento della produzione tra Arabia Saudita e Russia, accompagnato da un declino della produzione negli Stati Uniti, che tenta di riportare un certo equilibrio tra la domanda e l’offerta.

PMI Manifatturiero

PMI Manifatturiero

Il G20 si è concluso con una serie di promesse politiche, della serie “agiremo con tutte le armi a disposizione monetarie e fiscali per sostenere l’economia globale” , e si sa che le variabili monetarie, anche solo a nominarle, fanno bene ai mercati. E un ulteriore elemento positivo è stato il pullback del dollaro verso le principali valute che non sappiamo quanto durerà. E poi le rassicurazioni di Pechino che non intende svalutare lo Yuan, e infine una certa stabilizzazione dei deflussi di capitale dalla Cina.

E il tutto in un mese in cui i banchieri centrali alzano l’asticella del sentiment sul verde speranza, cosi che tutti tornano a comprare.

Pmi Manifatturiero Economie Emergenti

Pmi Manifatturiero Economie Emergenti

Si sono create delle aspettative, ma ora queste aspettative hanno un prezzo che potrebbe non essere sostenuto a lungo dai fondamentali.

L’altra faccia della medaglia è una produzione che a livello globale continua ad essere debole, basta guardare i dati dei PMI usciti nelle ultime settimane ( grafici ), in contrazione ovunque o peggio ancora ai minimi da mesi, o i dati della bilancia commerciale cinese usciti questa settimana, o i dati sulla disoccupazione che resta alta. E poi c’ è l’ Europa  dove nonostante i tassi sottozero, una ripresa degli investimenti non si è mai vista, se non marginalmente in Germania. Ma non è solo la manifattura a contrarsi, anche l’economia dei servizi ha iniziato il suo percorso decrescente.

PMI Servizi

PMI Servizi

La fiducia delle imprese è in calo, e quanto alle promesse di muovere tutte le leve, guardate che le leve sono finite. Si possono muovere i mercati nel breve, ma quando si parla di leva fiscale, che è quella che funziona davvero in macro economia, bisogna tenere presente che il mondo affoga nel debito pubblico, e in Europa la Germania non consentirà l’uso del taglio alle tasse, ammesso che i governi siano intenzionati a muoverla davvero nei fatti oltre che a parole.

Vi ricordo che il Giappone a già aumentato la sua Iva, e il prossimo aumento è previsto per il 2017, e anche l’Italia ha programmato un aumento dell’Iva (rileggete qui).

Wall Strett è entrata nel settimo anno del suo mercato toro superpilotato….vedremo se la crisi del settimo anno è solo una leggenda….

 

 

banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta