Cerca nel Blog

Chi sale e chi scende a Piazza Affari

Scritto il alle 14:23 da gianpierobn@finanza

piazza-affari-ftsemib-borsa

Facciamo una breve panoramica tecnica sui titoli che hanno maggiormente movimentato questo inizio del 2016, da un lato i forti ribassi delle grandi banche, dall’altro le perfomance contro corrente dei “titolini” del Ftse Star.

Partiamo dai dati di performance che giornalmente Borsa Italiana pubblica sul proprio sito.

rialziribassi

I bancari, ma questo lo sappiamo, occupano la parte destra della classifica, quella dei ribassi : in testa c’è un titolo legato al petrolio Saipem, condizionato dal crollo del prezzo del greggio e dall’aumento di capitale in partenza..

Escludendo Banca Mps e Banca Carige, le due banche che hanno perso di più dall’inizio dell’anno sono Banco Popolare e Ubi Banca.

B.Popolare - Grafico Daily

B.Popolare – Grafico Daily

Banco Popolare ha perso il 29,30% da inizio anno ed è sotto del 43% rispetto al massimo 2015, performance decisamente sotto quelle del Ftse Mib. Venerdì sera ha chiuso poco sopra il supporto fondamentale di 9 €, ma come le altre banche poste sotto la lente dalla Bce, ha chiuso sotto l’apertura azzerando i guadagni della giornata nell’ultima ora di contrattazione. Fondamentale la tenuta del supporto (linea rossa continua ) e il consolidamento di area 9.00 €.

Ubi - Grafico Daily

Ubi – Grafico Daily

Ubi Banca invece ha violato i supporti statici che hanno sostenuto le quotazioni negli ultimi due anni, interrompendo la discesa in corrispondenza di un livello di prezzo che corrisponde alla proiezione dell’ultimo massimo al di sotto del supporto.

In caso di violazione del minimo di mercoledì, la prossima area di supporto è a 4 €, anche Ubi ha chiuso le contrattazioni sotto il prezzo di apertura con volumi crescenti. La prossima area di resistenza è in area 5.30.

Insomma sulle banche non sembra ancora tornato il sereno…mentre tra le migliori performance troviamo ancora i titoli small cap del Ftse Star.

Il primo della lista è Dada, una internet company che ha iniziato l’anno con un + 21%.

Dada Spa - Grafico Daily

Dada Spa – Grafico Daily

Il quadro tecnico del titolo è molto interessate, Dada ha strappato al rialzo nelle ultime sedute violando la trend line che unisce i massimi decrescenti dal gennaio 2014, segnando un inversione di trend : questo titolo è da mettere in watch list e un eventuale pullback verso la trend line, potrebbe essere un buon livello di ingresso, considerando che la società sta recuperando redditività è l’Eps anno su anno è cresciuto del 159%, e del 59% trimestre su trimestre.

Chiudiamo con Panaria Industrie Ceramiche altro titolo da monitorare.

Panariagroup - Grafico Daily

Panariagroup – Grafico Daily

Il titolo è in forte rialzo dal gennaio 2015, dopo aver toccato i 4 € ha ritracciato verso i 3,25 € ma ora sembra voler ritoccare i massimi del 2015. La società, che è ben presente sul mercato nord americano, ha recuperato redditività dopo un 2013 in forte perdita : i margini sono molto migliori della media di settore, l’Eps è cresciuto del 195% su base annuale e del 1.140% su base trimestrale.

Mentre il Ftse Mib è alle prese con le incertezze del settore bancario che anche oggi è in s-vendita, il “mercatino delle small & mediuml cap”, anche dopo tre anni di extra performance, potrebbe essere ancora quello che da le migliori soddisfazioni…

 

 

banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

SCOPRICI!
banner-col-dx-IM
I Nostri Portafogli
IM-alpha-beta-gamma IM-desr-sigma-delta IM-omega-betrade
Last network news
AGGIORNAMENTO  GIORNALIERO Senza entrare n
FTSE Mib L’indice FTSE Mib è in fase di ritrac
MONTE DEI PASCHI ed i suoi fratelli: la gestione
Dopo un avvio di settimana instabile, in Asia regi
All'inizio della settimana vi avevamo avvertit