Cerca nel Blog

Monte Paschi : la strada verso il default

Scritto il alle 10:06 da gianpierobn@finanza

mps

I listini di tutto il mondo stanno andando giù, e il nostro è letteralmente bombardato dalle vendite sui bancari. Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica del mondo rischia seriamente il collasso, mentre nelle trasmissioni politiche di disinformazione finanziaria si parla di banche sotto attacco.

Non è vero, nessuno attacca nessuno, è un crollo annunciato che avviene in un momento in cui il mercato è fragile par mille motivi. Le vendite però si stanno abbattendo su tutto il comparto, e non risparmiano nessuno, e non distinguono più le banche solide da quelle in dissesto.

Se questa cosa fosse accaduta ad inizio 2015, probabilmente non avrebbe causato un sell of del genere.

Ma MPS non è Banca Etruria ed è questo che fa paura : rappresenta circa l’8% delle sofferenze dell’intero sistema bancario. Non sono numeri piccoli : un eventuale bail in sarebbe un terremoto per tutti.

Alle quotazioni attuali, quando rientrerà in contrattazione continua, Banca Mps ha più o meno lo stesso livello di prezzo che aveva prima dell’aumento di capitale, che è già stato un bagno di sangue per gli azionisti. Ed oggi lo ha completamente bruciato.

Ho fatto una ricerca sul circuito Euro Tlx, e ho selezionato le obbligazioni Monte Paschi che sono in scadenza nel 2016 : si tratta di 2,4 miliardi!!!

Ecco la tabella, sono tutte obbligazioni senior, non subordinate :

obbligazionimps

Oltre a queste ci sono due subordinate ( le trovate qui) selezionando in tipologia “obbligazioni finanziarie” e “mps” nel campo emittente. Scadono quest’anno, una è denominata in sterline ha un ammontare trascurabile, e una con scadenza 31.05.2016 di 591.500.000 milioni ( un altro mezzo miliardo).

Ora due domande :

  1. come fa una banca che negli ultimi due esercizi ha bruciato quasi 8 miliardi, a rimborsare 3 miliardi nel solo 2016? C’è la liquidità per rimborsare gli obbligazionisti?
  2. come farà Monte Paschi a rifinanziare il debito e a che prezzo, ora che la gente ha aperto gli occhi su cosa è un Bail In?

Il rendiconto finanziario dell’ultima relazione semestrale al 30 giugno 2015 chiude con un saldo negativo di 3,225 miliardi.  Se un impresa fa perdite, i debiti non può che pagarli con altri debiti, bisogna vedere se esiste uno spread positivo tra gli interessi che incassa e quelli che paga, ma questo non ho avuto modo di calcolarlo.

L’Ad di Mps ha dichiarato che la banca è migliorata nell’ultimo trimestre (qui) , presto si conosceranno i risultati definitivi, e c’è da sperare che sia così : ho preso questo grafico dall’ultima relazione semestrale di Banca Mps al 30.06.2015.

rettifichesucreditimps

Se Mps opererà svalutazioni solo per la metà di quelle dell’ultimo trimestre 2014, potrebbe avere una perdita pari ad un terzo dell’attuale capitale.

Questo aprirebbe la strada ad un nuovo di capitale, il terzo in pochi anni.

Ricordo che dal 1° gennaio 2016 il salvataggio delle banche non avviene più con soldi dei contribuenti, ma utilizzando i soldi degli azionisti prima, degli obbligazionisti poi e infine dei correntisti, cioè dei contribuenti della banca.

Questo l’ho copiato dalla subordinata Mps in scadenza a maggio : avete presente quando in Tv pubblicizzano obbligazioni o azioni  quel velocissimo “prima dell’adesione leggere il prospetto informativo”.

subordinata

Il salvataggio avviene dietro approvazione dell’organo di vigilanza, attraverso la riduzione del valore delle azioni o la conversione dei crediti in azioni, al fine di ricapitalizzare la banca e di coprire le perdite, evitando così la liquidazione e garantendo la continuazione dell’attività.

L’ordine di priorità è il seguente:

  1. azioni e strumenti di capitale;
  2. obbligazioni subordinate;
  3. obbligazioni senior non garantite;
  4. depositi, ma solo per l’importo eccedente i 100.000 euro (intestati a persone fisiche e piccole e medie imprese).

Non è vero che non ci rimettono i contribuenti ma, caso Cipro a parte, è quasi impossibile che in caso di Bail In si arrivi ai correntisti, considerando la mole di obbligazioni in circolazione.

Non resta che sperare che dai conti del 4 trimestre della banca più antica del mondo, venga fuori una sorpresa positiva…

Forse questa volta ha ragione il nostro Presidente del Consiglio…“l’Italia è tornata a far paura…”….ai mercati di sicuro…

 

banner-long-IM

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

SCOPRICI!
banner-col-dx-IM
I Nostri Portafogli
IM-alpha-beta-gamma IM-desr-sigma-delta IM-omega-betrade
Last network news
L'Italia è il paese delle mille tasse, il paese
Le vacanze sono ancora un piacevole ricordo, ma il
No, nessuna immagine di crolli e devastazioni, n
L'hashtag #PrayforItaly è una di quelle cose che
Di quali atleti si è parlato di più nel corso de